spedizione gratuita per ordini superiori a 200€
logo-23brickstreet-1000x120-1
filtri

filtra i prodotti

Silhouette
Colore
Size
Prezzo

23brickstreet NIKE

Air Force 1

  • Da 218,90 
  • Da 196,90 
  • Da 294,90 
  • Da 191,90 
  • Da 194,90 
  • Da 156,90 
  • Da 124,90 
  • Da 131,90 
  • Da 182,90 
  • Da 185,90 
  • Da 173,90 
  • Da 176,90 
  • Da 252,90 
  • Da 196,90 
  • Da 222,90 
  • Da 191,90 
  • Da 168,90 
  • Da 164,90 
  • Da 170,90 
  • Da 170,90 
  • Da 264,90 
  • Da 226,90 
  • Da 166,90 
  • Da 170,90 
  • Da 216,90 
  • Da 125,90 
  • Da 173,90 
  • Da 192,90 
  • Da 208,90 
  • Da 251,90 
  • Da 262,90 
  • Da 1.635,90 
  • Da 237,90 
  • Da 459,90 
  • Da 124,90 
  • Da 190,90 
  • Da 184,90 
  • Da 196,90 
  • Da 166,90 
  • Da 208,90 
  • Da 136,90 
  • Da 176,90 
  • Da 178,90 
  • Da 216,90 
  • Da 173,90 
  • Da 125,90 
  • Da 180,90 
  • Da 216,90 

Air Force 1la storia

Se pensi a Nile la prima scarpa che ti viene in mente è la Air Force 1, silhouette da basket rimasta un must-have per ogni sneakerhead dagli anni 80’ è difficile che un appassionato non abbia mai avuto una Air Force 1, infatti la colorazione bianca è nella TOP 5 delle sneakers più vendute di sempre. Le Nike AF1, lanciate ufficialmente nel 1982 con lo slogan “Air in Box”, prendono il loro nome dall’aereo presidenziale e sono le prime scarpe da basket presentate con una bolla d’aria sul tallone che garantisce ammortizzazione e sostegno. Solo 3 anni prima Nike aveva fatto uscire le Tailwind, primo modello ad avere la tecnologia Air, scarpe da running, mercato in cui Nike si era piazzata ormai da un pò. Così Nike decise di provare la tecnologia Air anche nelle scarpe da basket,campo dove non godeva di grande esperienza. A capo del team di design venne messo Bruce Kilgore che per la tomaia prese ispirazione dalle Nike Approach (uno scarponcino da trekking caratterizzato da un ottimo supporto del tallone dando grande flessibilità), per l’intersuola si ispirò alla Cattedrale di Notre Dame e per la suola decise di andare controcorrente non facendo la classica suola a spina di pesce scelse, con l’aiuto di alcun sportivi, di creare una suola con un pattern circolare per agevolare i movimenti dei Pivot e di chi giocava sotto canestro. Infine aggiunse un cinturino a strap per tenere la scarpa bloccata per evitare infortuni durante, ad esempio, dei cambi repentini di direzione. Appena ricevuti i primi prototipi Kilgore li mise in macchina e li portò ad alcuni giocatori universitari per avere i primi Feedback, pare che ebbe talmente successo che i tester si rifiutarono di restituirli alla casa madre. Il lancio fu ufficialmente nel 1982 e a differenza di quello che si pensa la prima colorway non fu totalmente bianca, ma bens’ bianca e grigia con la parte le mezzo in maglia. Il successo fu strabiliante e così Nike decise l’anno dopo di far uscire la variante Low. Fu così che 3 negozianti volarono da Baltimora fino a Beaverton per proporre l’idea che fu semplicemente geniale, produrre ogni mese una Air Force 1 in una colorway differente.Charley Rudo, Cinderella Shoes e Downtown Locker Room furono i 3 negozi che trasformarono Baltimora nella Mecca degli sneakers-addict della East Coast, per questo in tantissimi viaggiavano fino al Maryland per poter sfoggiare ogni volta la “colorazione del mese” diventata motivo di vanto. Ma vista la politica del Brand, che puntava a evolversi e non a fossilizzarsi su modelli passati a prescindere dal loro successo, a metà dell’84’ Nike decide di ritirare la produzione di Air Force 1, però non si sarebbero mai aspettati che i fan cominciassero a chiedere con insistenza il ritorno della silhouette e che cominciassero a customizzare vecchie silhouette. A Beverton resistirono fino all’86’ quando decisero di rimettere in commercio la scarpa, ovviamente il successo continua senza sosta e non si fermerà più e ciò che le rende così importanti è l’influenza a 360° che hanno avuto sia nel Hip-Hop sia nel mondo della moda con collaborazioni con Off-White o A-Cold-Wall e con questa silhouette è nato il concetto di Limited Edition.
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Carrello0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
23brickstreet SNC di Bontempi Saimon e Strava Alexandru Andrei.

Piazza Sergio Bresciani 3, Salò
25087, Brescia (BS), Italia
P.Iva: IT04258530981

Email: info@23brickstreet.it
Tel: +39 3485753634